Designer

Da sempre amante del bello e dell’arte, cresciuta in uno studio fotografico ammirando il lavoro di mamma e papà, fotografi da tre generazioni, Simona Rinaldi fin da piccola ha avuto una grande passione per i gioielli che non solo amava comprare in ogni dove ma anche modificare e riadattare, dando libero sfogo alla sua fantasia.
Dopo una lunga esperienza nel marketing e nella comunicazione – lavorando per noti brand di moda e design – Simona decide di rinnovarsi, aprendo una boutique nel cuore di Bergamo, una vetrina di stilisti emergenti e bijoux di design. Successivamente, però, decide di realizzare il suo sogno nel cassetto e disegna la sua personale linea bijoux, trasformando quelle che erano semplici idee in gioielli unici con l’intento di farli rimanere impressi nel cuore di chi li indossa e nei ricordi di chi li vede indossati.

Filosofia

Il nome Post Scriptum deriva da una locuzione latina ormai senza confini, riconosciuta internazionalmente con il significato di ricordati, nota bene, fai attenzione, perché i gioielli P.S. non possono – e non vogliono – passare inosservati.
I bijoux Post Scriptum sono pensati per risolvere con semplicità il look quotidiano di una donna contemporanea e di classe, elegante ma raffinatamente anticonformista, che non deve necessariamente seguire la moda e i suoi diktat, ma piuttosto vuole divertirsi e distinguersi per stile e qualità.
I gioielli Post Scriptum diventano l’ingrediente segreto per far sentire ogni donna una principessa che ama scegliere e sfoggiare oggetti unici, senza tempo, sempre esclusivi e qualche volta audaci.
P.S. Ricordati che io sono indimenticabile!